Zoltan Pozsar: "Dato l'aggiornamento del mandato della Fed, la recessione non è un'opzione"

  • July 28, 2022

 undefined

 

La Fed è consapevole di non avere alcun controllo sui prezzi dei beni, a meno di non frenare la domanda attraverso una recessione, il che, dato l’aggiornamento del suo mandato, non è un'opzione.

Ci sono due modi per rallentare l'inflazione: aumentando i tassi di interesse a breve termine o facendo salire i tassi di interesse a lungo termine. Storicamente, la Fed ha utilizzato i rialzi dei tassi per organizzare recessioni che generassero il rallentamento necessario a tenere sotto controllo l'inflazione ("disinflazione opportunistica"). Con il "doppio mandato aggiornato" della Fed, che prevede un basso tasso di disoccupazione e l'imperativo politico di ridistribuire i salari nella parte inferiore della distribuzione del reddito, è inimmaginabile che la Fed cerchi di rallentare l'inflazione attraverso una recessione. I rialzi di oggi sono quindi destinati a rallentare l'inflazione senza una recessione...cosa che la Fed non è mai riuscita a fare prima.

 

Il mercato pensa che la Fed farà marcia indietro nella sua politica monetaria restrittiva in attesa di una recessione. Supponiamo che il mercato abbia ragione. La domanda successiva è: perché la Fed deve evitare a tutti i costi una recessione? Il duplice mandato della Fed di "piena occupazione e stabilità dei prezzi" è stato modificato in piena occupazione equa, secondo Zoltan Pozsar. Tale mandato implica anche che l'inflazione è il male minore nel lungo periodo, sia dal punto di vista politico che monetario.

La Fed è stata incaricata di controllare l'inflazione e continuerà a farlo seriamente fino a quando i dati non lasceranno scampo. Quando i dati confermeranno la recessione, Powell li citerà come motivo per mettere in pausa la politica di rigore. In una recessione tutti sono colpiti, ma quelli che si trovano in fondo alla classifica dei redditi soffrono di più. Zoltan Pozsar ce lo aveva già detto già in aprile:I governi sono consapevoli di non avere alcun controllo sui prezzi dei beni, a meno che non frenino la domanda attraverso una recessione, il che, dato il loro mandato, non è un'opzione. Ma sanno anche di avere molto controllo sull'inflazione dei servizi che, a differenza di quella dei beni, è principalmente funzione di fattori nominali interni.” Cosa vuole dirci Zoltan? La Fed ha ora un duplice mandato che prevede una bassa disoccupazione inclusiva e l'imperativo politico della redistribuzione attraverso una crescita salariale più solida nella parte inferiore della distribuzione del reddito. La Fed è ora responsabile della piena ed equa occupazione. Che cosa significa? Significa che, senza dirlo, ammette che la politica ha contribuito alla disuguaglianza di ricchezza negli ultimi decenni e che ora ha il compito di porvi rimedio in qualche modo. Il modo in cui riusciranno a farlo sarà probabilmente parte del motivo per cui verrà introdotta la nuova moneta CBDC, ma questo è un altro discorso. La Fed deve controllare l'inflazione attraverso la distruzione della domanda nei servizi (non può risolvere l'inflazione dal lato dell'offerta) e abbassando i prezzi di asset quali case e azioni. È quindi probabilmente così che combatteranno l'inflazione, sperando che si riduca prima che inizi la recessione.

 

 Torna alla pagina principale e leggi tutte le ultime notizie. Visita news.camit.sk

Le notizie più lette